pagine di Gian Marco


dress code

Oggi tutti ad applaudire il dress code della signora Melania che, ricevuta in udienza dal papa, si è vestita conformemente allo “standard”  (?).

Ieri, invece, tutti ad applaudirla per il fatto contrario per aver visitato l’Arabia Saudita a capo scoperto.

Se fossi certo che in entrambi i casi la signora Melania avesse scelto di vestirsi come cavolo le pareva, senza condizionamenti, senza scelte di convenienza, allora sarei anch’io in prima fila ad applaudirla.

 

Il punto interrogativo fra parentesi nella prima frase esprime il mio dubbio riguardo la necessità di un qualsiasi standard in fatto di vestiario.

Mentre Pietro stava per entrare, Cornelio gli andò incontro e si gettò ai suoi piedi per rendergli omaggio. Ma Pietro lo rialzò, dicendo: «Àlzati: anche io sono un uomo!». (Atti degli Apostoli, cap. 10 , vv 25 e 26)

Davanti ad un uomo, per rispetto dell’uomo, ci si debba vestire in maniera da non turbarlo, da non spaventarlo, ma soprattutto da sembrare quello che si è veramente e non una maschera di carnevale. Sotto questo punto di vista, secondo me, Raissa Gorbaciova nel 1989 fu più coerente.

Raissa 1989

Lascia una risposta


17