pagine di Gian Marco

chi sono

Se davvero muori dalla voglia di sapere chi sono (non avresti altrimenti nessun altro motivo per essere arrivato qua), sappi che di lavoro “faccio funzionare i computer”, ho raggiunto il mezzo secolo di età e vivo da sempre in un piccolo paese della Liguria di Ponente,  se si accettua una decina di anni di parentesi genovese per l’università e il mio primo impiego serio.

Questo è un blog personale che intendo mantenere con pochi post mensili, forse anche meno. Esistono altri blog dove a volte scrivo o che frequento (alcuni di questi li trovate fra quelli della colonna a destra).
Dopo il periodo dei blog, la maggior parte delle persone che “navigano” ha iniziato a preferire i vari facebook, twitter eccetera… Se posso mi tengo alla larga.  Mi tengo alla larga anche dall’esporre ai 4 venti i fatti miei. Per questo gli impiccioni credo che si annoieranno a cercare fra le pagine di questo sito.

A volte il mio tempo libero è impegnato in una Associazione per la tutela del SIC di Pompeiana, dove SIC sta per Sito di Interesse Comunitario (una zona di interesse naturalistico che fa parte della rete ecologica europea denominata Rete Natura 2000).

Dalle mie parti esistono due specie di animali molto rari in Italia, un anfibio anuro e il più grande rettile europeo. In questo ambiente fioriscono orchidee spontanee e abitano altre specie di pregio, inserite in un allegato della direttiva europea che ha istituito la Rete Natura 2000.

Peccato che in questi ultimi anni quest’area abbia attirato a sé non solo naturalisti ma anche persone desiderose di costruire le cose più disparate: discariche, strade provinciali che dovrebbero migliorare la viabilità zigzagando fra le colline, invasi artificiali, poligoni di tiro al piattello e tanti altri artefatti demenziali per una zona riconosciuta come degna di essere tutelata dalla Unione Europea.

Se ho del tempo libero, spesso lo dedico alla valorizzazione del SIC, sperando che una maggiore valorizzazione e notorietà possano contribuire, quando servirà, alla sua difesa contro il prossimo artefatto che qualche idiota di turno vorrà piazzare su una bella collina ligure.


25