pagine di Gian Marco


dopo un tramonto succederà di sicuro qualcosa

Oggi finalmente ho capito perché non sopporto gran parte della musica leggera.
Un indizio, proprio dal testo di una canzone:

cantautori sempre pronti a fregarti coi tramonti

Che vuol dire?
Vuol dire che non sono perfetto, non mi considero niente di più che uno zoppo che ogni giorno può scegliere di camminare meglio.
I testi delle canzoni invece raccontano di amori perfetti, di sentimenti assolutamente puri, certi e cristallini, universali. Anche quando parlano di addii e di abbandoni.
Ho scoperto di non avere nulla in comune con questa roba, ne ieri e neppure oggi.
Ho invece il desiderio di migliorare, smettendola di prendermi sul serio, smettendola di credere ai “tramonti” perfetti delle canzoni. Forse oggi ho imparato ad amare i miei errori, soprattutto quelli che mi hanno regalato la possibilità di diventare migliore.

Lascia una risposta


36