pagine di Gian Marco

Archive for the ‘varie’ Category

gambe di vicequestore e danno di immagine

Friday, September 23rd, 2016

Catania Oggi ho letto sul secolo XIX la notizia di un vice-questore (o per dirla alla Boldrini una vice-questora) che ha pubblicato su facebook una foto che ritrae le sue gambe, comportamento che secondo il “Movimento poliziotti democratici e riformisti” è ritenuto «poco consono ad un dirigente di polizia».

 

Dato che i siti web propongono notizie “simili”, in basso mi veniva visualizzata una notizia di due anni prima: la condanna di un allora vicequestore per aver preso a calci un manifestante.
L’atto di aver preso a calci un manifestante già a terra (oltre ad aver fatto male alla persona colpita), secondo la sentenza avrebbe leso la reputazione della pubblica amministrazione.
Genova

Insomma, due vicequestori che hanno leggermente toppato e per questo la P.A. non ci avrebbe fatto bella figura.
Oltre alla curiosità di saperse se anche allora il “Movimento poliziotti democratici e riformisti” si sia o meno attivato per difendere l’onorabilità delle forze dell’ordine, mi resta sempre il dubbio su quale dei due comportamenti sia davvero il più grave.
La butto lì: forse quello che ha prodotto anche dei reati come “effetto collaterale”?
Scommettiamo invece che si parlerà molto di più del danno di immagine causato dal comportamento esente da reati?

17 aprile 2016

Tuesday, April 5th, 2016

C’è forse bisogno di far sapere a chi mi conosce cosa farò domenica 17 aprile? Agli altri può forse interessare? Credo di scrivere un post inutile, però non rinuncio a raccomandare di andare a votare al prossimo referendum, così come a tutti gli altri futuri. Non facciamoci scippare questa possibilità da chi butta via i nostri soldi per non darci il diritto di scegliere!

Abbigliamento …da uomo

Monday, December 14th, 2015

Se un uomo dice che l’aggiusterà, lo farà.
Non occorre che glielo ricordiate ogni 6 mesi!

Chi me la regala per Natale?

Se un uomo dice che....

 

meglio andare su Marte

Friday, September 26th, 2014

Due giorni fa è stata ufficializzata la notizia dell’impresa spaziale tutta indiana: dalle 8:02 del 24 settembre 2014, il satellite artificiale Mangalyaam è entrato in orbita attorno a Marte.
terra vista da marteIl costo della missione, come fanno notare gli artefici del successo, è stato inferiore al costo di Gravity, un film di fantascenza dell’anno scorso in cui due astronauti tentano di fare ritorno sulla terra. Una vera impresa spaziale che è costata meno di una finta.
Io aggiungerei che è costata meno di un solo F35. Vi ricordate tutte le idiozie sparate dai politici sulla ricaduta industriale e occupazionale che avrebbe avuto l’acquisto di questi chiodi che neanche sono in grado di volare autonomamente in sicurezza?

Ma non sarebbe stato meglio (e non sarebbe meglio) andare su Marte anche noi, giusto per far vedere che il Made in Italy è anche alta tecnologia,  invece che comprare quei cosi brutti e pericolosi?
Quei soldi, invece che alla americana Lockheed Martin, non potremmo darli a una serie di aziende italiane, scienziati italiani, tecnici italiani, operai italiani, università italiane e produrre qualcosa di utile per noi invece che comprare roba dannosa per gli altri?

oggi la giornata del debito ecologico

Tuesday, August 19th, 2014

Evoluzioneè stato calcolato che oggi, 19 agosto, gli abitanti del pianeta terra hanno consumato tutte le risorse che il pianeta riesce a produrre in un anno.
Certo, abbiamo delle scorte di tanto tempo fa, in cui gli uomini magari non esistevano ancora e la natura era rigogliosa: adesso quegli alberi sono diventati combustibile fossile, l’ossigeno prodotto da quegli alberi non era stato ancora consumato interamente ecc.. ecc..
Sta di fatto che da oggi stiamo consumando parte del tesoro accumulato.
Sull’argomento, consiglio la lettura di questa pagina.

Se non ci diamo una regolata prima o poi terminerà, termineranno le risorse per cui ci diamo alla bella vita e inizieremo a litigare per rubarcele l’un l’altro (leggi guerre).
Non dico che dobbiamo tornare a vivere come ai tempi dei Servi della Gleba, ma che lo sviluppo tecnologico deve essere instradato e regolamentato verso l’ottimizzazione del consumo di risorse disponibili e l’autosufficienza della specie umana; un po’ di autarchia globale, isomma.

Tipo alla fiera dell’est…

Wednesday, July 9th, 2014

…ma parliamo del Campionato del mondo di calcio che si sta giocando a Ovest, in Brasile. Ecco il testo del ritornello:

…e arrivò la Germania
che strapazzò il Brasile
che vinse contro la Colombia
che batté l’Uruguay
che eliminò l’Italia

Ma noi dove pensavamo di arrivare?

Seconda considerazione: sarà in caso che la nazionale tedesca non aveva giocatori con scarpe destre di un colore diverso dalle scarpe sinistre, con pettinature improbabili e tatuaggi appariscenti? Sarà davvero un caso oppure è l’indicatore esteriore di un qualcosa di meno evidente a prima vista (il buon senso, il cervello, la “testa sul collo”)? Io ho delle convinzioni a riguardo.

Balla con i tonni

Monday, April 14th, 2014

Tonno in trappolaVi propongo uno spot pubblicitario di una marca di tonno in scatola. Nello spot è stato scomodato un celebre attore americano, ma soprattutto è stato modificato il paesaggio sulla sfondo (abbruttendolo con un faro posticcio ‘n coppa alla torre saracena di Amalfi).
Secondo una ricerca di Greenpeace, questo tonno risulta poco “sostenibile”, tant’è vero che il sito web dell’associazione ha predisposto anche un’appello al signor “Rio Mare” perché curi di più la sostenibilità del suo tipo di pesca.
Io ne aggiungerei un’altro per non diffondere spot pubblicitari con un’Amalfi taroccata.

La visita è finita

Friday, March 28th, 2014

obamaF35byVauroFinalmente sei ripartito! Addio …dottor Obama, spero che le tue prescrizioni finiscano nel cesso.


5